Latest News

e-MTB a pedalata assistita: facciamo chiarezza

Quando si parla di pedalata assistita, si pensa a una classica bicicletta elettrica, utile a chi non vuole fare fatica, che permetta di raggiungere qualsiasi posto senza sforzi. 
In realtà non è così, esistono anche le Mountain Bike elettriche che richiedono comunque un po’ di sforzo, almeno in salita.
Sfatiamo il mito e facciamo chiarezza su cosa sia realmente una e-MTB.

Cosa si intende per e-MTB?

Le e-MTB sono Mountain Bike a pedalata assistita.

Tutte le Mountain Bike elettriche Scott rientrano nella definizione descritta dal Codice della Strada di “Bicicletta a Pedalata Assistita”, ovvero sono biciclette con motore elettrico ausiliario, la cui potenza massima è di 250W e che si disattiva automaticamente al superamento dei 25 km/h o se si smette di pedalare.

Per la gamma 2019, Scott ha presentato 4 diversi modelli di Mountain Bike elettriche:

  • Genius eRIDE,
  • Spark eRIDE,
  • Strike eRIDE,
  • Aspect eRIDE.

Esteticamente non differiscono da una classica MTB muscolare, se non per il pacchetto batteria integrato nel tubo obliquo. 

Rispetto a una ebike più adatta ai percorsi su strada, le e-MTB hanno una maggiore escursione delle sospensioni, montano ruote da 27,5″ o da 29″ e hanno pneumatici più grandi. 

Il costo di una e-MTB Scott parte da circa 2.800€, ma per i più esigenti si può arrivare anche ai 7.000€.

Come apprezzare la e-MTB?

La risposta è facile! Pedalando in montagna.

In salita e su terreni sconnessi e sterrati si sfrutta la vera potenzialità delle e-MTB. 

Le Mountain Bike elettriche Scott sono un vero e proprio mezzo adatto a chiunque voglia raggiungere le vette più alte, ma anche off-road, senza bisogno di duri allenamenti

Il mondo delle ebike non dimentica la fatica, ma aiuta nelle imprese impossibili.
Impostando il cambio su un rapporto agile, selezionando il livello di assistenza desiderato e tenendo una pedalata regolare, il motore si attiva, lo sforzo si riduce e la salita rimane uniforme. 
Al contrario, per le discese, la pedalata assistita non serve, quindi è bene spegnere l’assistenza e conservare la carica della batteria.

Va ricordato che, rispetto a una Mountain Bike muscolare, il baricentro è leggermente spostato, a causa della batteria integrata sul tubo, e quindi è un po’ meno maneggevole. 

Scroll to top